Regolamento interno per l’uso della struttura sportiva

Il Consiglio Pastorale ed il Consiglio Parrocchiale degli Affari Economici, in seduta congiunta il 17 marzo 2015, hanno stabilito il seguente regolamento interno per l’uso del campetto in erba sintetica e  degli spazi limitrofi per attività amatoriale e/o ludica_sportiva da parte degli oratoriani.

  1. La Parrocchia non è una associazione/società sportiva dilettantistica, ma è dotata di una struttura sportiva costituita da un campetto in erba sintetica e di una zona limitrofa in asfalto per attività ludiche_spotive  e amatoriali.
  2. Le attività amatoriali  e le attività ludico – sportive, individuali  o collettive, svolte sul campetto in erba sintetica e sugli spazi limitrofi in asfalto, di calcetto, di pallavolo e di altri sport   sono consentite a tutti gli oratoriani,  cioè coloro che frequentano le  attività parrocchiali pastorali (catechismo, servizio dei ministranti, azione cattolica, i vari gruppi parrocchiali, animazione canora e musicale delle cerimonie religiose) ed ogni altra attività organizzata dalla parrocchia. Le attività possono essere saltuarie ed occasionali oppure continuative .
  3. Sarà affidato ad un Addetto all’attività sportiva ed al suo vice  il coordinamento sulla struttura sportiva delle attività amatoriali e ludico _  sportive  di cui al punto 2. Le due funzioni saranno svolte gratuitamente. L’Addetto all’attività sportiva ed il suo vice durano in carica tre anni e le cariche sono rinnovabili. La scelta dell’ Addetto all’attività sportiva e del suo vice  è affidata al Parroco, che informerà tutta la comunità parrocchiale mediante avviso scritto, pubblicato in bacheca e sul sito della parrocchia.
  4. Le attività amatoriali e/o ludico _ sportive di cui al punto 2 saltuarie ed occasionali, rivolte sia a gruppi di minorenni  che di maggiorenni, devono  essere curate da un maggiorenne, autorizzato dal Parroco, denominato responsabile, che si assumerà l’impegno di formare  il/i gruppo/i di giocatori omogenei per età, che si farà autorizzare dai genitori dei minorenni, che assumerà  la responsabilità della prenotazione del campetto e/o degli spazi limitrofi, della realizzazione dell’attività, della  sorveglianza continua durante l’attività, della eventuale  apertura e della conseguente  chiusura del campetto e/o della struttura una volta ricevuta l’autorizzazione dall’ Addetto all’attività sportiva. Alla figura del responsabile potrà essere affiancata, specie in presenza di bambini, la figura di un collaboratore, individuato tra coloro che avranno dato al Parroco  la loro disponibilità. L’uso del campetto per attività saltuaria ed occasionale  singole o di poche unità è consentita agli oratoriani maggiorenni e minorenni  gratuitamente senza alcuna prenotazione, se il campetto è libero e la Parrocchia è aperta, per una durata inferiore ad un’ora. E’ obbligatoria la presenza di un genitore/parente, denominato responsabile, che chiederà verbalmente all’ Addetto all’attività sportiva l’uso del campetto e, ricevute le chiavi di accesso, assumerà la responsabilità di quanto avviene sul campetto per tutto il periodo richiesto, nel rispetto del presente regolamento. Riconsegnerà le chiavi del campetto prima che la Parrocchia sia chiusa. Se sarà usato l’impianto di illuminazione bisognerà corrispondere Addetto all’attività sportiva anticipatamente, il contributo per le spese di illuminazione, previsto per la durata di un’ora e/o multipli di ora, qualunque sia il tempo di effettivo utilizzo.
    1. Definizioni  utili:

Saltuario = che procede senza continuità,  senza ordine, con frequenti interruzioni. SIN. Discontinuo.

Occasionale = momento particolare ed adatto ad una circostanza, che può ripetersi  di tanto in tanto.

Continuative = che riguardano un periodo ben definito, con indicazioni dei giorni e delle ore di attività.

  1. Le attività amatoriali e/o ludico _ sportive, di cui al punto 2,  continuative, rivolte sia a gruppi di minorenni  che di maggiorenni,  devono essere curate da  tecnico abilitato o istruttore fgc/coni maggiorenne, autorizzato dal Parroco, denominato responsabile, che si assumerà l’impegno di presentargli un progetto sintetico, in cui indicare le attività da svolgere, la finalità e gli obiettivi da conseguire, l’età  dei partecipanti, il periodo dell’anno in cui sarà realizzato, le ore e gli spazi da utilizzare. L’ Addetto all’attività sportiva, ottenuta l’autorizzazione del Parroco per la realizzazione del progetto, pubblicizzerà all’interno della parrocchia l’attività continuativa progettata in modo che possano esserci adesioni. Una volta formata la/le squadra/e, l’ Addetto all’attività sportiva concorderà  con il responsabile il calendario esecutivo. In caso di piogge, se l’attività non sarà svolta, le ore potranno essere recuperate, concordando con l’Addetto all’attività sportiva il giorno e l’ora.  Il responsabile  realizzerà  il progetto, coinvolgendo i genitori se trattasi di bambini, assumerà la responsabilità della  sorveglianza continua durante le attività, della eventuale  apertura e della  conseguente chiusura dell’impianto al termine di ogni incontro. Alla figura del responsabile potrà essere affiancata, specie in presenza di bambini, la figura di un collaboratore, individuato tra coloro che avranno dato al Parroco  la loro disponibilità.
  2. Tutti  gli oratoriani sono assicurati per infortuni sulla struttura sportiva, se autorizzati ed in presenza di un responsabile maggiorenne, che in caso di incidente durante il gioco dovrà  riferire subito al Parroco quanto accaduto. Pertanto, in assenza del responsabile maggiorenne,  non si possono svolgere attività sportive di gruppo, singole o di poche unità.
  3. Tutti gli oratoriani che svolgono le attività amatoriali e/o ludico _ sportive di cui al punto 2 e secondo le modalità di cui ai punti 4 e 5, non sono tenuti all’obbligo della certificazione medica, prevista dal Decreto del Ministero della salute del 24 aprile 2013, in quanto con l’art 42bis della Legge 98 del 9 agosto 2013 è stato annullato tale obbligo, trattandosi di attività amatoriale o ludico-sportive.
  4. Le attività sul campetto in erba sintetica  possono essere realizzate da un massimo di 14/10 giocatori, in relazione all’età da 6 a 12 e da 12 in poi. Sul campetto possono esserci: i giocatori, l’arbitro, il  responsabile non giocatore e le eventuali riserve, massimo due per squadra, i quali occupano gli appositi spazi per le panchine. Gli spettatori dovranno disporsi sulla gradinata e non è consentito agli stessi di entrare nel campetto.
  5. L’uso del campetto in erba sintetica  da parte degli oratoriani è gratuito, mentre per l’uso dei fari si chiede di collaborare alle spese dell’impianto elettrico con un contributo  di non meno di € 5,00 ad ora. Dovranno essere rispettati i tempi di prenotazione, può essere tollerato l’uso ulteriore solo fino 10’ per ricomporsi e raccogliere il materiale sportivo. Tale contributo sarà consegnato dal responsabile all’Addetto all’attività sportiva al momento della prenotazione.                 
  1. La prenotazione delle attività saltuarie ed occasionali avviene utilizzando un apposito registro custodito dall’Addetto all’attività sportiva, a cui il responsabile si potrà rivolgere direttamente  o per telefono, scegliendo tra gli spazi orari liberi dalla programmazione delle attività continuative autorizzate.
  2. Gli orari per l’uso della struttura sportiva, sia per le attività saltuarie ed occasionali che per quelle continuative, sono di norma: dalle ore 9:00 alle ore 12:00 da lunedì al venerdì; dalle ore 9:00 alle 13:00 il sabato; dalle ore 11:30 alle ore 13:00 la domenica; dalle ore 16:00 alle ore 21:00 da lunedì alla domenica. Le prenotazioni non possono superare le due settimane prima dell’utilizzo, per poter consentire a tutti i gruppi di svolgere le attività sportive. Si potrà prenotare l’uso del campetto in erba sintetica, di norma,  per una sola ora al giorno, mentre per gli altri spazi non ci sono vincoli, se non evitarne l’uso in presenza di altri gruppi numerosi. Durante le funzioni religiose, funerali e/o matrimoni e durante  incontri in chiesa di varia natura, saranno sospese  le attività sulla struttura sportiva . Le attività   potranno essere riprese al termine delle stesse, utilizzando il tempo residuo non giocato.
  3. Per gli oratoriani è doveroso non partecipare ad  attività sportiva in coincidenza di impegni pastorali programmati.
  4. In caso di pioggia la prenotazione può essere annullata  e si dovrà prenotare per  un’altra ora e/o per un altro giorno. Gli eventuali contributi  versati varranno per la successiva ora di attività
  5. Tutti coloro che possono accedere al campetto in erba sintetica, menzionati nei punti precedenti, dovranno calzare scarpe di gomma e senza tacchetti. I trasgressori saranno allontanati immediatamente dall’Addetto all’attività sportiva ed il responsabile redarguito per mancato rispetto delle regole per l’uso del campetto. Il ripetersi di tali episodi comporterà l’esclusione definitiva dall’uso del campetto da parte del  trasgressore.
  6. E’ severamente vietato accedere al campetto in erba sintetica  con qualsiasi cibo o bevanda diversa dall’acqua. Il responsabile  dovrà controllare che i giocatori non lascino sulla struttura oggetti o bottigliette per l’acqua. Oltre alla norma,  vige il buon senso, che insegna a lasciare il tutto come lo si vorrebbe trovare.
  7. Tutti coloro che usano la struttura sportiva e gli ospiti dovranno mantenerla pulita ed utilizzare gli appositi contenitori  per i rifiuti e per  le cicche di sigarette .
  8. È assolutamente vietato fumare sul campetto in erba sintetica e disfarsi di gomme da masticare.
  9. Si chiede a tutti coloro che usano la struttura sportiva e agli ospiti di assumere un atteggiamento, un comportamento ed un linguaggio consoni alla comunità parrocchiale.
  10. Il reiterarsi di episodi non conformi al presente regolamento determinerà l’esclusione degli interessati da ogni attività sulla struttura.
  11. Per gli oratoriani è possibile usare palloni della Parrocchia. Il responsabile dovrà sceglierli in base al  tipo di attività sportiva  che si deve svolgere ed all’età dei giocatori. Al termine dell’attività il responsabile dovrà rimetterli a loro posto.
  12. Si declina ogni responsabilità per furti o per lo smarrimento di qualsiasi oggetto lasciato o dimenticato  sulla struttura.
  13. Il presente regolamento si intende letto,  accettato e rispettato da tutti gli oratoriani che utilizzano la struttura sportiva e da coloro che stazionano negli spazi circostanti in qualità di spettatori. Il rispetto del presente regolamento è affidata al responsabile dei gruppi che l’utilizzano, il quale potrà avvalersi dell’intervento dell’Addetto alle attività sportive per situazioni particolarmente difficili da gestire sia con i giocatori che con gli eventuali ospiti.
  14. É fatto divieto assoluto di  parcheggiare all’interno della struttura sportiva. Si dovrà parcheggiare, sia macchine che motocicli, sulla strada in via A. Moro. Possono essere poggiate negli appositi spazi  solo le biciclette, sulla cui custodia la Parrocchia non assume alcuna responsabilità. È altresì vietato introdurre  nella struttura animali,  anche se con guinzaglio.
  15. Il presente regolamento interno potrà essere modificato in relazione alle future esigenze della comunità parrocchiale e del territorio. Delle eventuali modifiche sarà data comunicazione ai parrocchiani tramite l’affissione in bacheca e la pubblicazione sul sito web della Parrocchia.

Mola di Bari, 17/03/2015                                                                                     Il Parroco

                                                                                                                          Don Franco Fanizza